Una Minestra di zucchine e carne con l’arrivo della bella stagione? Perché, no?  Si tratta di una vecchia ricetta siciliana, adatta anche al clima estivo. Questa ricetta non ha un nome preciso, ma  si basa su uno dei prodotti migliori della stagione estiva siciliana, la zucchina dalla quale poi si ricavano anche i tenerumi. Per prepararla servono una cipolla,  carne macinata di vitello 2 taglio(500 gr.),  almeno mezza zucchina, basilico, olio d’oliva extravergine siciliano, una bella manciata di pomodorini pachino (non meno di una dozzina), trecento grammi di spaghetti spezzati, sale, pepe e grana per guarnire alla fine.

La preparazione è abbastanza semplice: affettate la cipolla a mezzelune sottili oppure tritatela finemente. Mettete la cipolla in una pentola o tegame dove avrete versato dell’olio d’oliva e lasciatela soffriggere a fiamma bassa per un paio di minuti. Non appena la cipolla si è appassita, aggiungete la carne macinata di vitello e fatela rosolare sbriciolandola con il cucchiaio di legno. Non appena il tritato sarà rosolato, aggiungete i pomodori freschi lavati e tagliati a pezzetti. Se volete potete spellarli prima oppure utilizzare dei pomodori pelati. A questo punto non  resta che salare e aggiungere dell’acqua fino a coprire tutti gli ingredienti.

Aggiungete anche un bel ciuffo di basilico e lasciate cucinare per un’oretta circa, fino a quando il tritato non sarà ben cotto.

A quel punto potete aggiungere la pasta, spaghetti spezzati oppure ditalini e lasciare cucinare. Ricordate di aggiungere dell’acqua se necessario e di aggiustare di sale.

Quando la pasta è pronta potete aggiungere ancora del basilico fresco. Servite la minestra estiva siciliana con una macinata di pepe nero e con del parmigiano grattugiato.