I carabinieri della Stazione di Graniti (Me) hanno denunciato a piede libero un giovane di 22 anni di Ragusa ritenuto responsabile della cosiddetta “truffa dello specchietto”.

Ieri mattina, una persona ha denunciato che, poco prima, era stata vittima della cosiddetta truffa dello specchietto per l’importo di 150 euro. La vittima ha indicato nella denuncia una descrizione del truffatore e del veicolo sul quale viaggiava. La Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Taormina, ha così avviato le ricerche segnalando, nel contempo, a tutte le pattuglie sul territorio, il veicolo da ricercare.

A distanza di qualche ora, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Taormina hanno individuatoe bloccato, a Letojanni (ME), un giovane con le caratteristiche fisiche rispondenti a quelle riferite dalla vittima. Sul posto giungevano anche i militari della Stazione di Graniti che ponevano alcune domande al fermato il quale, essendosi reso conto di essere stato scoperto, ha ammesso di essere stato l’artefice della truffa e ha riconsegnato i 150  euro sottratti.