“Siamo stati convocati dall’assessorato alla Salute, come auspicavamo in tempi celeri, per andare a rimodificare l’accordo per la stabilizzazione di tutta la platea dei contrattisti dell’Asp di Palermo”.

Lo annuncia la Fials-Confsal Palermo, guidata dal segretario Enzo Munafò e dal segretario aggiunto Giuseppe Forte. Il 26 febbraio le sigle si ritroveranno nei locali di piazza Ottavio Ziino per per discutere in merito all’accordo sindacale di stabilizzazione.

“Ringraziamo l’assessorato e l’Asp – spiega la Fials – per aver attivato e portato avanti il percorso stabilito con l’accordo dello scorso ottobre, ma oggi ci sono novità importanti introdotte dalla normativa nazionale e chiediamo l’intervento dell’assessorato perché si possa agire in favore di tutta la platea dei contrattisti”.

Sono oltre 250 infatti i lavoratori che al momento sono fuori dai processi di stabilizzazione. “Come avevamo discusso – dice la Fials – dobbiamo capire se le nuove allocazioni possono essere effettuate tra le vecchie aziende limitrofe oppure se sarà necessario ricorrere alla stabilizzazione in sovrannumero così come previsto dalle nuove norme. Siamo all’atto finale di una vertenza lunga trent’anni e siamo certi che oggi ci siano tutte le condizioni normative e politiche per consentire di scrivere finalmente la parola fine assicurando la serenità tanto attesa a centinaia di famiglie”.