Avrebbe diffuso on line un video intimo di una donna di 40 anni di Ragusa che aveva conosciuto su Facebook. Le indagini degli agenti della Polizia postale di Catania hanno permesso di individuare e denunciare un uomo di 65 anni, residente a Catania, accusato di revenge porn.

Per consentire agli inquirenti di ricostruire la vicenda è stato determinante il racconto della donna che ha spiegato di aver intrecciato da poco tempo con il sessantacinquenne una relazione virtuale, nata sui social. Approfittando di un momento di fragilità della vittima, l’uomo si sarebbe fatto consegnare un video con immagini intime della vittima. La donna confidava nella discrezione del suo fidanzato on line ma quando gli ha annunciato che avrebbe voluto troncare la relazione ha scatenato la sua vendetta.

Gli agenti della Polizia postale di Catania, dopo la denuncia della quarantenne ragusana, hanno compiuto una perquisizione nella casa dell’indagato riuscendo poi a trovare quel video tra le cartelle del suo telefonino.