L’emergenza Covid19 ha ristretto la coperta del sistema ospedaliero del Siracusano e così l’Asp di Siracusa ha deciso di indire un bando per potenziare l’offerta specialistica.

Il primo dicembre l’azienda procederà alla pubblicazione di un bando per l’assegnazione di ore di specialistica interna di Endocrinologia, Cardiologia, Neurologia ed Oculistica per i comuni di Buccheri, Buscemi, Ferla, Cassaro, Canicattini e Palazzolo e di Dermatologia e Reumatologia per i comuni di Siracusa, Augusta e Melilli. Sempre per i comuni montani, secondo quanto fa sapere l’Asp,  sarà ripristinato il servizio di psichiatria che era stato sospeso a seguito del pensionamento dello specialista incaricato.

“Per quanto attiene la sanità penitenziaria è previsto – spiegano dall’Asp di Siracusa – il potenziamento dell’offerta sanitaria di svariate branche secondo le necessità che sono state manifestate dall’Istituto penitenziario di Augusta. Nel Carcere di Augusta saranno attivate ore specialistiche di Cardiologia, Ortopedia, Urologia, Infettivologia, Neurologia, Pneumologia, Dermatologia, Otorino, Oculistica e Medicina interna con competenza diabetologica. Infine saranno pubblicati due bandi per l’Inail per ore di Oculistica e Radiologia”. In merito alla situazione nei penitenziari, il dirigente del Sippe, Sebastiano Bongiovanni, commentando la positività di un agente, ha spiegato che l’esecuzione dei tamponi è rallentata dalla penuria di personale infermieristico.

“Abbiamo avviato un nuovo metodo di lavoro anche per le assegnazioni future di ore di specialistica – dichiara il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra – mettendo in atto un piano di ridistribuzione delle ore di specialistica ambulatoriale più omogenea sul territorio, rispondendo alle necessità delle varie comunità locali, tenendo conto di un’offerta complessiva che comprenda oltre alla specialistica interna, l’offerta della specialistica esterna degli Ospedali e delle Case di cura al fine di ottimizzare – aggiunge il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra la distribuzione dell’offerta sanitaria sull’intero territorio in modo più equo e nel rispetto delle reali esigenze delle diverse comunità locali”.