Il figlio dell'ex sindaco di Palermo diffamò agente dei servizi segreti

Confermata in appello la condanna per calunnia per Massimo Ciancimino

La I sezione civile della Corte d’appello di Palermo ha confermato la condanna per calunnia inflitta in primo grado a Massimo Ciancimino per aver accusato falsamente Rosario Piraino, all’epoca funzionario dell’AISI (Agenzia per la sicurezza interna). .

in quel periodo era presidente dell'irsap

Non diffamò l’imprenditore Nigrelli| Archiviata querela a Cicero

Il gip del Tribunale di Caltanissetta, David Salvucci, ha disposto l'archiviazione della querela presentata per calunnia e diffamazione il 3 dicembre 2014 dall'imprenditore di Mussomeli Roberto Nigrelli, nei confronti di Alfonso Cicero, allora presidente dell'Irsap e dell’ex sindaco di Mussomeli, Salvatore Calà.