ancora nessun accordo con la regione su aperture festive e turni notturni

Lavoratori beni culturali in stato di agitazione, aperture musei e parchi archeologici a rischio

Scoppia la protesta dei lavoratori dei beni culturali in Sicilia. A pochi giorni da Ferragosto, il settore rischia la serrata dopo la fumata nera dall’incontro tra il direttore generale Franco Fazio e i sindacati, che adesso chiedono l’intervento dell’assessore regionale Alberto Samonà per scongiurare “azioni più forti a difesa dei lavoratori del settore”.

Contratto dipendenti regionali, nuovo stop all’Aran per il rinnovo

“Nella trattativa all'Aran Sicilia non intravediamo ancora la possibilità di un dignitoso rinnovo del Contratto collettivo regionale di lavoro, sia in termini economici che giuridici che per l'improcrastinabile riclassificazione e riqualificazione del personale”. Lo dicono le segreterie regionali di Cobas-Codir, Sadirs e Siad-Csa-Cisal

la denuncia dei sindacati che chiedono l'intervento di samonà

Condizionatori rotti al Dipartimento Beni culturali, “Personale lavora in condizioni invivibili”

"Non è possibile, - dicono i sindacati - che il personale debba lavorare in condizioni di salubrità e di sicurezza assolutamente precarie in considerazione di una temperatura esterna di circa 30 gradi centigradi che all’interno degli edifici aumenta in maniera esponenziale, mettendo a repentaglio la propria salute".

#Videonotizie BlogPlay


la nota del cobas codir

Lavoratori beni culturali sul piede di guerra, “Basta sfruttamento”, dopo le diffide partono i decreti ingiuntivi

Si legge in una nota del Cobas Codir: “Il mese scorso, i Legali del Sindacato hanno inviato al vertice dipartimentale di Via delle Croci 8, innumerevoli diffide nell’estremo tentativo di invitare l’amministrazione, ancora una volta, a remunerare quanto spettante a ciascun Lavoratore per le prestazioni rese dagli stessi nel 2020 in eccedenza del limite contrattuale del terzo dei festivi”.

Cobas/Codir e Sardis “Serve proposta del governo”

Riclassificazione personale regionale, salta il tavolo all’Aran

Fumata nera all'Aran, a causa dell'improcedibilità delle trattative, in assenza della proposta del governo regionale sulla riclassificazione del personale regionale, degli aumenti contrattuali e delle proposte sulla nuova regolamentazione dello smart working.

Nuovo incontro in dipartimento, la risposta dei sindacati

Dipendenti Beni Culturali, “Presentata ipotesi accordo irricevibile”

Nuovo incontro al dipartimento Beni Culturali e dell’Identità Siciliana tra il vertice dell’amministrazione ed i tecnici del bilancio per trovare una soluzione sul pagamento delle prestazioni svolte dal personale regionale nel 2020 e per trattare le aperture dei siti nelle giornate festive oltre i limiti di utilizzo previsti dal contratto.
+393774389137
Insicilia promo