la commemorazione stamane a palermo

35 anni fa la mafia uccideva Calogero Zucchetto, l’agente che in motorino andava a caccia di latitanti e ricercati (FOTO E VIDEO)

All'inizio degli anni ottanta, presso la squadra Mobile della Questura di Palermo, collaborò con il commissario Ninni Cassarà alla stesura del cosiddetto "rapporto Greco Michele + 161" che tracciava un quadro della guerra di mafia iniziata nel 1981, dei nuovi assetti delle cosche, segnalando in particolare l'ascesa del clan dei corleonesi di Leggio, Riina e Provenzano.

domani la commemorazione a largo degli abeti

35 anni fa la mafia uccideva l’agente di polizia Calogero Zucchetto

La sera del 14 novembre 1982 il giovane investigatore della Polizia di Stato morì per mano mafiosa. Il Questore di Palermo, alla presenza delle più alte cariche cittadine, della Polizia di Stato, Civili e Militari, deporrà una corona sulla lapide dello sfotunato agente.

presenti i familiari alla cerimonia al cimitero

Ricordato a Monreale il vice brigadiere Domenico Intravaia, ucciso 14 anni fa a Nassiriya

Successivamente, all’interno della caserma del Gruppo Carabinieri di Monreale, alla presenza di una rappresentanza della scolaresca dell’Istituto Comprensivo Statale “Francesca Morvillo” di Monreale, è stato piantumato, nei pressi della targa commemorativa in ricordo del decorato, un melograno donato dagli studenti e simbolo della vita che continua e dell’unità di un popolo.

oltre 200 studenti partecipano alla commemorazione

Quattro anni fa la Strage di Lampedusa, 368 i migranti morti ricordati sull’isola: “Accoglienza e fratellanza siano priorità dell’Europa”

Un barcone si inabissò dopo che alcuni migranti, alla vista di Lampedusa, diedero fuoco a una coperta per essere visibili dalla costa. Le fiamme divamparono velocemente, la barca si ribaltò. E fu strage. È per questo che l’anno scorso il Parlamento ha proclamato il 3 ottobre di ogni anno, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

l'inaugurazione il 23 settembre nell'anniversario dell'omicidio della giovane

A Palermo un nuovo Centro antiviolenza, porterà il nome di Lia Pipitone

L'Assessore alle Politiche Giovanili Giovanna Marano presenterà il "Premio Lia Pipitone" - patrocinato dal Comune di Palermo - che prevede un concorso per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, dibattiti sulla violenza e sulla legalità, la realizzazione di un elaborato finale.

gli appuntamenti della seconda edizione

Anniversario omicidio Dalla Chiesa, al Cassaro la ‘Festa dell’Onestà’

Alle 12.45 il momento solenne: l’omaggio floreale dei bambini del Cassaro, di Ballarò, dell’Albergheria, del Capo e dei Danisinni, alla lapide in memoria del Gen. Dalla Chiesa, sempre sul Cassaro (di fronte la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia), cui prenderanno parte i familiari e le autorità.
+393774389137