Un’opera che la città di Messina attendeva da trent’anni e che ora, grazie all’Ufficio contro il dissesto idrogeologico guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, diventa realtà.

E’ quella che riguarda i lavori di riqualificazione dell’alveo del torrente Cataratti-Bisconte che partiranno entro il mese di ottobre. E’ stato firmato stamane, infatti, il contratto con l’associazione temporanea di imprese Consorzio Stabile P.C- Ciesseci Srl di Maletto che si è aggiudicata l’appalto per un importo di 15 milioni e ottocentomila euro. Dalla Struttura commissariale diretta da Maurizio Croce arriva, dunque, il via libera ad un intervento di grande importanza e non solo in termini finanziari, perché ad esso è legato il recupero ambientale di un’intera area.

“I lavori sul torrente Cataratti-Bisconte – commenta il governatore Musumeci – rappresentano in modo significativo l’inversione di rotta che abbiamo impresso al contrasto del dissesto idrogeologico in Sicilia, con un’attività di programmazione e di pianificazione e un impiego razionale delle risorse disponibili. In questo modo abbiamo restituito sicurezza e prospettive di sviluppo al territorio, in perfetta sinergia con le amministrazioni locali”.

I lavori in questione erano stati progettati già negli anni ’90 e da allora si sono registrate lungaggini e continui rinvii. Oggi, dunque, la parola fine ad una vera e propria odissea burocratica.