Continua la mobilitazione degli Ex sportellisti liberi che in una nota scrivono: “Adesso o mai più!”.

E spiegano: “Questa sarà una settimana di importanti decisioni a livello nazionale sull’organizzazione del personale a supporto del reddito di cittadinanza”.

Gli ex sportellisti liberi non vogliono essere “spettatori ma protagonisti e faranno sentire la loro voce da Palermo a Roma a partire dalle ore 9.00 di martedì 12 marzo in via Trinacria“.

Domani scenderanno dunque in piazza davanti l’assessorato regionale alla Famiglia e alle Politiche sociali con un sit-in permanente e l’inizio dello sciopero della fame.

“La USB nazionale – spiegano ancora gli ex sportellisti liberi – è stata convocata il 13 marzo dal ministero e la USB regionale sarà rappresentata da Alessandra Canto.
Poiché la USB nazionale è in linea con le rivendicazioni degli Ex Sportellisti Liberi, il nostro sit in, oltre che funzionale alla nostra battaglia, diventa supporto effettivo al tavolo Romano.
Chiediamo pertanto la presenza massiccia in piazza da parte di tutti, specie nella giornata di mercoledì, 13 marzo per fare arrivare a Roma la nostra protesta e ricordare a tutti che in Sicilia “I navigator ci sono già”, come lo stesso ministro ebbe a dire il 13 luglio scorso e il presidente in molte occasioni, oltre le innumerevoli leggi a tutela, compresa la volontà dei gruppi parlamentari espressa attraverso note a sostegno e risoluzione”.