• Incidente sul lavoro in un’officina, a Priolo
  • Un elettrauto è rimasto ferito dopo l’esplosione di una bombola
  • E’ stato trasferito all’ospedale di Catania con l’elisoccorso
  • I primi soccorsi prestati dalla Protezione civile

E’ in gravi condizioni un elettrauto di 30 anni, di Priolo, nel Siracusano, rimasto vittima dell’esplosione di una bombola del gas avvenuta in mattinata nella sua officina. Un incidente sul lavoro dai contorni ancora poco chiari su cui le forze dell’ordine faranno chiarezza ma preoccupa, al momento, lo stato di salute della vittima, ricoverata all’ospedale di Catania.

Ferito ad una gamba

Secondo le prime informazioni, avrebbe rimediato una ferita ad una gamba a seguito della deflagrazione. Sono state avviate le indagini da parte della polizia e dei carabinieri per accertare le cause che hanno provocato l’esplosione della bombola. A prestare le prime cure alla vittima è stato il personale della Protezione civile di Priolo che ha poi richiesto l’arrivo dell’elisoccorso.

2 morti a Siracusa per esplosione di una bombola

Un mese e mezzo fa, l’esplosione di una bombola, all’interno di una casa, ricavata in una azienda agricola in contrada Santa Teresa Longarini, a sud di Siracusa, causò la morte di due conviventi, entrambi originari delle Filippine.

Insieme a loro, quel pomeriggio, c’erano altre 3 persone, tutte quante investite dall’incendio scatenato dall’esplosione della bombola. L’uomo, 32 anni, perse la vita nel giro di poche ore al Cannizzaro di Catania per le gravi ustioni riportate, la compagna lo ha seguito dopo appena 7 giorni.

A Palermo

Nei giorni scorsi, a Palermo, si è verificato un incidente domestico  al nono piano di uno stabile di via Ammiraglio Rizzo proprio nel giorno in cui si svolgeva il mercatino settimanale.

Ad esplodere sarebbe stata una bombola o più probabilmente una caldaia posta nel balcone esterno di una abitazione al nono piano di un palazzo in via Ammiraglio Rizzo a Palermo.