Il gazpacho è un piatto tipico della Spagna, da preparare con diversi ingredienti a seconda della variante che si sceglie. Oggi, ci occupiamo di una delle versioni più diffuse: il gazpacho andaluso​.

Perfetto per il clima torrido di questi giorni, ricco di vitamine e sali minerali, il gazpacho è  una zuppa fredda a base di verdure crude e può essere servito come antipasto o come primo piatto: una ricetta sana, nutriente e fresca

 

Il   protagonista di questa zuppa è il pomodoro: per questa ricetta c’è chi si accontenta di quelli in scatola. Ma per un gusto rotondo e perfetto, la scelta dei pomodori  incide molto sul risultato.

Il consiglio è scegliere un pomodoro siciliano: per la croccatenza puntate sull’Occhio di bue, se invece preferite un tono più dolce con retrogusto acidulo, utilizzate pomodorini di Pachino o piccadilly, meglio ancora se  biologici .

Per la versione “andalusa” del gazpacho, ecco gli ingredienti:  1 kg e 500 g di pomodori,1 cetriolo grande, 2 cipolline novelle, 1 cucchiaio di basilico tritato,1 cucchiaio di prezzemolo tritato, 1 limone, 3 cucchiai d’olio, sale e pepe a piacimento.

Per preparare il gazpacho cominciate spellando i pomodori, eliminate i semi e frullate la polpa. Tagliate il cetriolo a fettine sottili, salatele e lasciate che per 10 minuti perdano un po’ d’amaro. Tagliate a velo le cipolline. In una ciotola emulsionate l’olio con il succo del limone filtrato al colino, un pizzico di sale e uno di pepe. Unite le fettine di cetriolo al frullato di pomodoro, aggiungete le cipolline a velo, il prezzemolo e il basilico tritati. Regolate sale e pepe. Mescolate con cura. Tenete in frigo fino al momento di portare a tavola.

Nelle giornate più calde, il  gazpacho va servito portando a tavola  una ciotola colma di cubetti di ghiaccio, per chi desidera un gazpacho versione “frozen” .