Confiscati beni per 400 mila euro a parenti di boss nel Catanese

I beni confiscati sono una società di capitali e la relativa azienda di vendita e noleggio auto con sede ad Adrano e un'autovettura. Insieme con la confisca, il Tribunale ha disposto, nei confronti di Antonino Quaceci l'aggravamento della misura di prevenzione della sorveglianza speciale per un altro anno, con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza.

Dichiarata inammissibile la domanda avanzata da due coniugi di Partinico

Mafia, niente usucapione per i beni confiscati

I beni confiscati alla criminalità organizzata e acquisiti al patrimonio pubblico sono inalienabili e quindi non soggetti ad usucapione. E' questa la motivazione con cui il giudice del tribunale civile di Palermo, II sezione, Maria Rosalia Grassadonia, ha dichiarato inammissibile la domanda avanzata da due coniugi di Partinico