vertice dei presidenti degli ordini dei medici provinciali

Chiedono più sicurezza i medici siciliani

La sicurezza nei posti di lavoro, in particolare nelle guardie mediche, sarà la prima sfida. Obiettivo: arginare i continui atti di violenza subiti dai camici bianchi e da tutti i professionisti della sanità negli ospedali e nelle strutture territoriali, in particolare nelle aree di emergenza, di continuità assistenziale e di prima accoglienza.

parla il presidente dell'ordine dei medici di palermo

Giovani medici, due decreti ministeriali ne bloccano l’accesso alla professione: “Altra grave stortura contro l’occupazione”

Questo significa, spiega Amato che "molti giovani medici conseguiranno il titolo in data successiva al 31 dicembre del terzo anno. E la prima logica, quanto assurda conseguenza è che per una manciata di giorni i corsisti non potranno partecipare all’assegnazione degli incarichi di continuità assistenziale".

aumentano gli incresciosi episodi ai danni del personale sanitario

Aggressioni negli ospedali, l’Ordine dei Medici di Palermo offre supporto legale

"Non si tratta più infatti di episodi isolati. Il disagio sociale cresce - spiega il presidente -, si allungano le liste di attesa e l'ascolto immediato del paziente o del familiare spesso diventa difficile in are molto sovraffollate come quelle emergenziali. Ma questo non giustifica la violenza fisica e verbale di pazienti o familiari, tantomeno la loro impunità".