A Messina

Nuova tariffa per treni urbani a Messina, la proposta del Governo Regionale a Trenitalia

Si tratta di una iniziativa propedeutica al progetto di un biglietto integrato con gli altri mezzi di trasporto pubblico attivi nella città dello Stretto. A essere interessate sono le undici stazioni che dalla zona sud vanno verso il centro: Giampilieri, San Paolo, Ponte Schiavo, Santo Stefano, Galati, Mili Marina, Tremestieri, Contesse, Fiumara, Gazzi e Messina centrale.

le commissioni dovranno esaminare gli articoli

La Finanziaria arriva all’Ars mercoledì, manovra da oltre 2 miliardi

L'impianto complessivo dell'accordo con lo Stato sulla spalmatura in dieci anni del disavanzo da 1,7 miliardi "ha quale effetto una complessiva manovra finanziaria di ben 2.161 milioni di euro". E' quanto si legge nella relazione introduttiva al testo della legge di stabilità regionale trasmesso dal governo Musumeci all'Ars.

l'assessore falcone: "innovativo laboratorio per la mobilità green"

Trasporti isole minori, dal governo Musumeci 4 milioni per l’acquisto di mezzi elettrici

La decisione è stata presa dalla giunta regionale a seguito della proposta dell’assessorato delle Infrastrutture e Mobilità di co-finanziare, in via sperimentale, l’acquisto di un minibus elettrico a guida autonoma e tecnologia avanzata, per il quale il Comune di Malfa, nell’isola di Salina, aveva richiesto un contributo di 200 mila euro.

interventi per 5 milioni e 300mila euro

Beni culturali a Erice, governo regionale finanzia riqualificazione Tempio di Venere e Convento dei Cappuccini

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore ai Beni culturali e all’Identità siciliana, Alberto Samonà e dell’assessore all’Economia, Gaetano Armao, ha dato il via libera a una rimodulazione delle somme del Fondo di sviluppo e coesione 2014/2020 – Patto per il Sud” per finanziare tutti e due gli interventi.

sarà presieduto dall'assessore all'ambiente cordaro

No alle scorie nucleari in Sicilia, ecco il Comitato tecnico regionale

Il gruppo, presieduto dell’assessore all’Ambiente Toto Cordaro e coordinato da Aurelio Angelini, dovrà elaborare le motivazioni a sostegno della ferma contrarietà della Regione alle proposte della Carta nazionale, la cui scelta è stata giudicata “irragionevole e priva di fondamento” da parte del presidente della Regione.