la decisione dopo l'incontro in prefettura con la dirigenza dell'ateneo

Università di Palermo, il 20 settembre sciopero dei lavoratori: “Giudizio negativo sulla riorganizzazione”

“Riteniamo che, le risposte fornite dall’amministrazione universitaria siano insufficienti rispetto alla grande preoccupazione e al malessere che i lavoratori hanno espresso, non solo da un punto di vista semplicemente salariale, ma anche e soprattutto in virtù di una mancata visione prospettica dello sviluppo".