sabato la convention dell'unione dei siciliani

170 anni fa la Rivoluzione siciliana, la commemorazione a Palermo

Nel corso dell’iniziativa verrà deposto da Gaetano Armao, Presidente del movimento e Vicepresidente della Regione Siciliana, un cuscino di fiori in onore dei martiri della prima rivoluzione liberale europea che chiedeva il ritorno alla Costituzione Siciliana del 1812 e il riconosci mento di una forte autonomia siciliana.

domani nel 22° anniversario della barbara uccisione

A San Giuseppe Jato Libera ricorda il piccolo Giuseppe Di Matteo

«Un giorno di morte che si trasforma in un giorno di memoria – scrivono i promotori dell’iniziativa -, un giorno che non lascia spazio all'oblio. Anche quest'anno abbiamo deciso di ricordarlo nel luogo in cui lo hanno ucciso barbaramente negandogli ogni diritto e ogni dignità».

l'amara constatazione: "forse abbiamo sbagliato nella difesa della memoria antimafia"

Taglio radicale dei contributi per il Centro Pio La Torre: assegnati 16.800 euro a fronte di una richiesta di 280mila

"Vorremmo conoscere le motivazioni di tale misura penalizzante e sapere dall'attuale governo e da quello precedente che l'ha predisposta, cosa pensano che il Centro Pio La Torre, dopo 32 anni di attività, non debba o possa fare o in cosa abbia sbagliato". E' quanto si legge in un comunicato del Centro Pio La Torre di Palermo.

la commemorazione stamane a palermo

35 anni fa la mafia uccideva Calogero Zucchetto, l’agente che in motorino andava a caccia di latitanti e ricercati (FOTO E VIDEO)

All'inizio degli anni ottanta, presso la squadra Mobile della Questura di Palermo, collaborò con il commissario Ninni Cassarà alla stesura del cosiddetto "rapporto Greco Michele + 161" che tracciava un quadro della guerra di mafia iniziata nel 1981, dei nuovi assetti delle cosche, segnalando in particolare l'ascesa del clan dei corleonesi di Leggio, Riina e Provenzano.

domani la commemorazione a largo degli abeti

35 anni fa la mafia uccideva l’agente di polizia Calogero Zucchetto

La sera del 14 novembre 1982 il giovane investigatore della Polizia di Stato morì per mano mafiosa. Il Questore di Palermo, alla presenza delle più alte cariche cittadine, della Polizia di Stato, Civili e Militari, deporrà una corona sulla lapide dello sfotunato agente.