Il tonno è uno dei pesci pregiati del Mediterraneo. Le sue carni sono un alimento ricco di proteine e di grassi benefici per la salute del nostro organismo.

Il consumo di tonno deve essere contenuto, per evitare l’estinzione di questa specie marina che regna da millenni nei nostri mari.

Nella cucina siciliana, una versione particolarmente cool del tonno è quella dell’affumicatura. una strategia che risale ai tempi antichi, per conservare a lungo termine le carni pregiate del re del mare.

La ricetta di oggi prevede, quindi, un utilizzo particolare del tonno affumicato.  Lo utilizziamo per condire la pasta, al posto del tonno in scatola.

Con questa variazione, il salto di qualità si vede e si sente: otterremo un primo piatto particolare e anche elegante. Potrà essere servita espressa o come piatto freddo.

Ecco gli ingredienti: 120 g di tonno affumicato a fette, olio olio extravergine d’oliva, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, una manciata di capperi sotto sale (molto ben lavati), olive sott’olio denocciolate, melanzane fritte a dadini, 1 cipolla rossa,  sale e  peperoncino fresco, 150 g di pomodorini Pachino, prezzemolo fresco tritato.

La preparazione di questo primo piatto è molto semplice. Il formato che meglio si adatta sono gli spaghettoni, ma anche le linguine vanno bene.

Primo passo è friggere le melanzane a dadini. Poi, in una padella soffriggere la cipolla affettata molto fine con 2 cucchiai d’olio e il peperoncino tritato, unire i pomodorini tagliati a metà, o a tocchetti, le olive e i capperi.

Aggiustare di sale e bagnare con il vino e fare evaporare. Intanto lessare al dente la pasta in abbondante acqua salata. Scolarla e versarla nella padella aggiungendo il tonno ridotto in striscioline. Saltare per qualche minuto spolverando con abbondante prezzemolo tritato.